César Brie

César Brie nasce a Buenos Aires, arriva in Italia a 18 anni con la Comuna Baires di cui è cofondatore. Nel 1975 lascia la Comuna e crea a Milano il Collettivo teatrale Tupac Amaru. Dal 1981 al 1990 lavora insieme a Iben Nagel Rasmussen nel Gruppo Farfa e poi nel Odin Teatret di Danimarca nelle vesti di autore, regista e attore. Nel 1991, fonda in Bolivia il Teatro de Los Andes con cui ha creato spettacoli che partono dalla storia o dai classici, ma calati profondamente nell’attualità: una serie di lavori esemplari destinati a girare il mondo.
Edita cinque numeri della rivista  di studi teatrali e documentazione El tonto del pueblo (Lo scemo del villaggio) e  nel 2007  in Bolivia, un romanzo autobiografico: La Vocación.​
Nel 2008 realizza due documentari in Bolivia:​ Umiliati e offesi e Tahuamanu su un pestaggio a campesinos e su un massacro nella giungla boliviana.
Oggi Cesar Brie è in Italia come pedagogo, e come autore/attore. Le ultime produzioni di Brie sono: Karamazov, Il Vecchio Principe, (basato nel Piccolo principe ambientato in un geriatrico)  InDolore (sulla violenza domestica) e Viva l’Italia.

César Brie ha collaborato nella realizzazione di: