03 febbraio 2008

Se non è débacle poco ci manca. “Uomo e gentiluomo”, il programma di prima serata di Raiuno, ha raccolto l’altra sera 3 milioni 185mila spettatori: un misero 13% di share( dalle 21.20 alle 23.31). Alla stessa ora su Canale 5 la prima puntata della seconda serie de “I Cesaroni” teneva incollati davanti allo schermo 7.621.000 telespettatori sul primo episodio e 7. 118.000 sul secondo, con uno share rispettivamente del 31.48% e del 36.27% sul target commerciale 15-64 anni. Insomma, venerdì è successo l’imprevedibile: dopo una serie pressocché ininterrotta di successi televisivi ( i vari “Ballando con le Stelle”, gli one-man-show di Celentano, “Famiglia Salemme Show”, “Torno Sabato”, “Stasera pago io”) la “corazzata Ballandi” è stata affondata dall’ insidioso “sottomarino Cesaroni”. Le vicende quotidiane di Giulio e Lucia, di Cesare e Grabiella hanno avuto ragione dei novelli principi azzurri in divenire, capitanati da Al Bano. Con buona pace del Re Mida al femminile dell’ Auditel Milly Carlucci. Canale 5 ha vinto anche nell’ access time con “Stricia la Notizia” ( 9.033.000 spettatori). Su Raiuno bene Fiorello e Baldini, che hanno chiuso il loro show “Viva Radio Due…Minuti” con 8. 181.000 spettatori e uno share del 30,23%. Numeri di tutto riguardo anche per il monologo di Marco Paolini: il suo “Album d’Aprile” su La7 ha raggiunto picchi vicini all’ 8,5% di share.

Il Resto del Carlino, Il giorno, La Nazione

Davide Costa

Share →