tratto

Cerca un articolo

Il Giornale di Vicenza – Viaggio dentro le lingue con traduttori e musicisti

«Ogni lingua è suono. Suono che affascina e costringe al significato. Per realizzare questo documentario ha messo insieme traduttori, musicisti e fornai. Ognuno di loro ci racconta una parte del tradurre. Il traduttore alla scrivania ce ne spiega il senso, il musicista con il proprio strumento ci fa ascoltare il suono, il fornaio di notte ne svela l'impasto». Così il regista Pier Paolo Giarolo descrive “Tradurre”,il cortometraggio che verrà proiettato questa sera alle 21 nel Teatro CinemaSan Pietro di Montecchio Maggiore. Il film rientra nella terza edizione di “A un passo dal confine, rassegna di scritture contemporanee", organizzata dalla Fattoria Artistica Antersass e in particolare nel ciclo di serate targate Jolefilm - luogo di elaborazione e produzione dell'attività di Marco Paolini e officina di idee che si concretizzano nel settore dell'editoria, delcinema,delteatro e dell'audiovisivo. La pellicola è un appassionante viaggio nel processo di traslazione delle paroledauna lingua all'altra, dove il traduttore porta le valigie e fa da guida. Il castcomprende Erri De Luca, traduttore dall'ebraico antico,Fulvio Ferrari, traduttore dalle lingue scandinave, Silvia Pareschi, traduttrice di Frenzen e De Lillo, Luca Scarlini, traduttore di testi teatrali, Nadia Fusini, traduttrice di Woolfe Keats, Donata Feroldi, traduttrice di Hugo e Duras, la vicentina Elisabetta Bartuli, traduttrice di scrittori libanesi, Rita Desti, traduttrice di Saramago, Anna Nadotti, traduttrice di Byatt e Gosh, Paola Tomasinelli, traduttrice dallo spagnolo, Maurizia Balmelli, traduttrice dal francese, Enrico Ganni, traduttore dal tedesco e gli allievi del Conservatorio di Vicenza. Il regista Pier Paolo Giarolo e la traduttrice Elisabetta Bartuli, presenti in sala, saranno introdotti al dibattito da Alberto Peruffo. Il biglietto per le serate di approfondimento Jolefilm costa 5 euro e si acquista direttamente al botteghino.

Cerca un articolo