tratto

Cerca un articolo

La Nazione – La tragedia di Ustica secondo Paolini. E all’Excelsior vola "Il gabbiano" di Nekrosius

Doppio appuntamento di qualità per il teatro empolese fra fine gennaio e gli inizi di febbraio con due importanti produzioni italiane, diversissime fra loro, ma che rappresentano, nell'ambito del teatro di narrazione orale e in quello della prosa due punte di qualità. Il 24 gennaio arriva al teatro Shalom, per la rassegna Confini organizzata dalla Giallo Mare Minimal Teatro, uno straordinario cantastorie come Marco Paolini. Dopo i successi, davvero oceanici, dei suoi spettacoli dal Milione di Marco Polo e ispirati alla tragedia del Vajont passati anche in televisione, Paolini ci riprova riprendendo in questo suo accorato spettacolo un altro filo ancora incandescente della storia italiana, la cosiddetta “tragedia” di Ustica, ovvero lo sciagurato episodio, su cui ancora, purtroppo, non si è fatta chiarezza, dell'abbattimento di un DC9 turistico in transito sopra i cieli di Ustica.
L'attore ha studiato i documenti dei processi, ha riascoltato le testimonianze vive dei parenti e degli amici delle vittime e, con l'aiuto dello scrittore Daniele Del Giudice, ne ha tratto uno spettacolo davvero toccante, che scava con passione civile tra le pieghe ancora troppo oscure di questa vicenda, avendo il coraggio di parlare di devianze dei servizi segreti, di inquietanti silenzi di Stato, di connivenze con la guerra che gli Stati Uniti in quel tempo imbastivano contro stati del Medioriente.
Uno spettacolo da non perdere che a Empoli, grazie anche all'impegno dell'amministrazione comunale sarà accessibile a biglietto ridotto, a sole 8.000 lire. [...]

Cerca un articolo