tratto

Cerca un articolo

La Nazione – Ustica, il dramma in scena

ARRARA — Dopo il Vajont arriva Ustica. Marco Paolini dopo il successo del racconto del terribile disastro che nel 1963 costò la vita a 2 mila persone, torna in teatro per raccontare il dramma di Ustica in tutti i suoi dettagli. Domani alle 21 al Teatro Animosi l'attore sarà con il suo monologo scritto a quattro mani con Daniele Del Giudice. “I-Tigi Racconto per Ustica”: un'orazione civile che ricalca la struttura del racconto del Vajont e riassume il disastro aereo che costò la vita a 81 passeggeri nel volo da Bologna a Palermo. Con l'aiuto di una lavagna, vagliando una gran quantità di dati tecnici relativi a tracciati radar, zone di volo e perizie, Paolini riprende il percorso dell'aereo (la cui sigla era appunto I-Tigi) seguendolo fino al drammatico momento dello schianto. Novità rispetto al lavoro precedente è il contributo del quartetto vocale di Giovanna Marini che interviene nella narrazione, commentandola alla stregua dei cori delle tragedie greche.
A distanzia di un ventennio Paolini ripercorre i tratti del terribile evento, mai spiegato, intorno a cui sono ruotate una miriade di indagini, inchieste giudiziarie, commissioni parlamentari approdate alla sentenza del giudice Priore che ha rinviato a giudizio quarantotto imputati con l'accusa di aver impedito l'accertamento della verità, e ha aperto un procedimento contro ignoti per aver volontariamente provocato la caduta dell'aereo. Ustica rappresenta l'emblema dei misteri d'Italia, delle vergogne dello Stato che ha nascosto verità come la strage di Piazza Fontana, l'Italicus, il disastro della stazione di Bologna. Nata dall'incontro e dalla collaborazione tra lo scrittore pilota Del Giudice e l'attore Paolini, questa ballata in forma di teatro si nutre di un forte impegno civile per far sì che la memoria riemerga come i pezzi delle lamiere dell'aereo precipitato. [...]

Cerca un articolo