tratto

TORNADO RIVIERA DEL BRENTA: ALL’ASTA  IL TANDEM DI PAOLINI E BALASSO

Dopo l'Epifania saranno passati sei mesi da quell'8 luglio 2015, quando il TORNADO ha spazzato via in pochi minuti case, auto, serre, fabbriche, campi. Ha colpito intere famiglie, che pochi giorni fa hanno dichiarato di sentirsi abbandonate, ma alle quali è già arrivato prima di Natale il contributo raccolto il 26 settembre in occasione dell'evento speciale voluto da NATALINO BALASSO, GUALTIERO BERTELLI e MARCO PAOLINI.

Il ricavato è stato gestito dal Comitato Opzione Zero, che si era impegnato a coordinarne l’utilizzo secondo le richieste e le necessità di famiglie e imprese colpite. I 52.125,22 euro raccolti sono stati distribuiti e sul sito del Comitato Opzione Zero è possibile visualizzare il dettaglio.

Molto è stato fatto ma ancora moltissimo c'è da fare. E allora, per sostenere le famiglie in difficoltà, gli artisti lanciano altre due iniziative.

Dal 3 gennaio 2016, sul canale YouTube di Alcatraz Channel è disponibile il video dello spettacolo, per chi c'era e ha voglia di rivivere quelle emozioni, per chi non c'era e ha voglia di ascoltare le storie di Paolini e Balasso e la musica di Bertelli.

La visione del video è gratuita, ma è suggerita un'offerta:
Iban IT 64 L 0359 9018 9905 0188525842 causale "Donazione per i colpiti dal tornado".

Inoltre dal 6 gennaio va all'asta il tandem di Paolini che sostava ai piedi del palco.  L'asta sarà ospitata sulla piattaforma eBay  e si chiuderà il 12 gennaio. L'intero ricavato andrà a sostegno delle famiglie.

Marco Paolini racconta così quel tandem speciale:

"Siamo partiti con due biciclette diretti a Mira per lo spettacolo. Balasso è partito da Rovigo, io da Belluno e siamo arrivati insieme. Io avevo più km, ma Balasso sostiene che da Rovigo è tutta salita e guardando l'atlante si capisce che ha ragione, perché Rovigo è sotto.

A Mira siamo arrivati insieme e abbiamo fatto la volata, lui con la bici da corsa bianca, io con la mia nera, e c'è stata una caduta. Noi non ci siamo fatti tanto male, ma le bici sì. Le abbiamo portate dal meccanico Roberto Abbiati, che come attore è bravo, come scenografo pure, ma non è un vero meccanico di biciclette. Di due bici rotte ne ha fatto un tandem, di ruote buone ne erano rimaste solo due. Lo abbiamo dipinto insieme io e lui, e lo abbiamo anche firmato. Balasso che non dipinge, ha firmato coi denti il copertone davanti dove adesso c'è un buco....

Il tandem era posteggiato sotto al palco/carro il pomeriggio dello spettacolo, avremmo dovuto usarlo durante il duetto improvvisato, ma poi il duetto ha preso una piega storta e ci abbiamo rinunciato. Avremmo dovuto metterlo all'asta a fine spettacolo, ma stava diventando buio e non volevamo rallentare il pubblico che tornava a casa. Allora il tandem lo offriamo adesso, al miglior offerente, in ricordo di quel giorno e di quell'umanità che ci ha fatto sentire tutti insieme, cittadini”.

Grazie a tutti per il sostegno che vorrete dare.

(Riviera del Brenta VE – 30.12.2015)