tratto

Cerca un articolo

Corriere del Veneto (Vicenza) – La Valbrenta: «Non siamo una Mal’ombra»

ROSA' — «Non siamo una "Mal'ombra" incombente sul territorio, ma un'azienda seria che ama la luce del sole». Ieri al Torino Film Festival è stato presentato il film documentario che ruota intorno al Presidio San Pietro di Rosà e la protesta contro la zincheria. Intanto, i responsabili della Valbrenta puntualizzano alcuni aspetti della questione.
«Questo film riporta d'attualità argomenti già affrontati, più volte strumentalizzati da parte del Presidio di San Pietro, e già archiviati dal tribunale dopo numerose verifiche dell'Arpav e dell'Usl», è la replica della famiglia Bordignon, titolare della Valbrenta. Nel documentario «Mal'Ombra » girato dai padovani Andrea Segre e Francesco Cressati, si racconta la vita di San Pietro tra maggio 2006 e giugno 2007, dal giorno in cui le autorità preposte hanno concesso alla zincheria l'inizio della lavorazione, fino alle due settimane precedenti alle elezioni amministrative. Nel film la famiglia Bordignon non compare direttamente: «Non abbiamo voluto prestarci ad un giochino — spiegano — dove i buoni e i cattivi devono essere per forza da una parte o dall'altra e adeguatamente valorizzati. Porsi sotto i riflettori e spettacolarizzare vicende lavorative che si intrecciano con quelle personali, essendo la nostra un'azienda a conduzione familiare, non l'abbiamo sentita come una cosa adatta a noi».
Il regista Segre comunque, l'hanno incontrato. A telecamere spente. «La serietà che un'azienda come la nostra deve avere — commenta Diego Bordignon, socio e ammini-stratore di Valbrenta — la dimostriamo con i fatti, come è sempre stato nel nostro stile. Lontano da una popolarità che non abbiamo chiesto e non ci appartiene».

Cerca un articolo