tratto

Cerca un articolo

Il Manifesto – «Appunti partigiani» per oggi 25 aprile

Appuntamento a Milano per un show di musica e parole «controcorrente»

Marco Paolini Partecipano all'iniziativa, tra gli altri, Stefano Benni, Vinicio Capossela, Paolo Hendel

MILANO

Li hanno voluti chiamare «Appunti partigiani». Un nome controcorrente visto come la giornata del 25 aprile viene ormai bistrattata. Si tratta dell'appuntamento, per milanesi e abitanti della zona, fissato, dopo la manifestazione, alle 18 presso l'ex ospedale psichiatrico Paolo Pini (via Ippocrate 45 a Milano). Ci sarà un palco, un impianto di amplificazione e proiezione e molti artisti che si esibiranno. Non sarà comunque uno show o una semplice staffetta microfonica in funzione televisiva. Quando l'iniziativa è nata, due anni fa, gli organizzatori vollero chiamare questa cosa «comizi d'amore». In omaggio a Pier Paolo Pasolini, certo, ma anche per andare controcorrente per cercare percorsi inediti. Anche perché gli organizzatori non sono organismi politici ma artisti che in prima persona hanno deciso di mettersi in gioco e in campo con la complicità dell'ex ospedale psichiatrico.Tutti gli artisti e gli altri che hanno reso possibile l'iniziativa si sono offerti volontariamente, ma le spese vive ci sono e tante e sempre più elevate. Colpa dell'euro? Dell'inflazione? Della guerra? Resta il fatto. Per questo sarà indispensabile operare una sottoscrizione all'ingresso. Consapevoli che l'incasso (detratte le spese) sarà devoluto a Sister Gill che lavora da 16 anni a Korogocho il quartiere ghetto di Nairobi. Lì assiste nelle loro case, con altre comunità di base, circa 950 malati terminali di Aids. È stato padre Alex Zanotelli a suggerire questa soluzione, prontamente accettata. In ordine rigorosamente alfabetico ecco gli artisti che partecipano all'iniziativa: Natalino Balasso, Stefano Benni, lEnrico Bertolino, Mario Brunello, Vinicio Capossela, Giuseppe Cederna, Lella Costa, Laura Curino, Mariella Fabbris, Franziska, Paolo Hendel, Andrea Lucchesini, Mercanti di Liquore, Marco Paolini, Ottavia Piccolo, Paolo Rossi, Renato Sarti, Gian Maria Testa, Tête de bois, Gabriele Vacis. In rete poi è rintracciabile presso www.appuntipartigiani.it sia l'elenco delle adesioni che i contributi scritti giunti per la manifestazione che intende non solo non dimenticare la storia ma incidere anche sul presente. Chiacchiere quindi, a voce alta, spunti di riflessione, un po' di musica, anche per ballare, soprattutto la ricerca di un segno, di un filo che dia continuità senza retorica. Insomma, un ritrovarsi tra amici dove quelli più estroversi cercano di rendere più cordiale il clima. E per tutti quelli che non potranno partecipare c'è la possibilità di seguire la diretta su Radio Popolare.

Cerca un articolo