tratto

Regia Emilia Mazzacurati

Prodotto da Francesco e Paola Bonsembiante
Una produzione JOLEFILM con RAI CINEMA

Italia, 100', 2022

Film riconosciuto di interesse culturale con contributo economico del Ministero dei beni e delle attività culturali – Direzione Generale Cinema

con il sostegno della Friuli-Venezia Giulia Film Commission

Progetto realizzato con il POC della Regione del Veneto 2014-2020
Contributo concesso € 65.625,39

con il sostegno della Veneto Film Commission

opera realizzata con il sostegno della Regione Lazio
Fondo Regionale per il cinema e l'audiovisivo

BILLY è un   

 

 

 

 

Con

Matteo Oscar Giuggioli

Alessandro Gassmann

Carla Signoris

Giuseppe Battiston

Benedetta Gris

Carlotta Gamba

Andrea Busellato

Kristina Hermin

Silvio Comis

Agata Lorenzoni

Bruno Pettenello

Jabari Cogotti

Roberto Citran

Sandra Ceccarelli

 

regia Emilia Mazzacurati

prodotto da Francesco e Paola Bonsembiante

soggetto e sceneggiatura Emilia Mazzacurati

fotografia Alessandro Abate e Daria D’Antonio

montaggio Jacopo Quadri e Matteo Serman

scenografia Emilia Bonsembiante

costumi Sara Fanelli

musiche Alessandro “Asso” Stefana

suono Marco Zambrano e Francesco Morosini

aiuto regia Alessandra Gori

organizzatore generale Roberto Manni

casting Marina Zangirolami

affari legali finanza e controllo Lorenza Poletto

una produzione Jolefilm con Rai Cinema




Billy

di Emilia Mazzacurati

Sinossi

Billy è un racconto surreale fatto di sentimenti reali.
È un coming of age al contrario.
È un road movie senza il viaggio.
Billy è una storia di contrasti.
Di padri senza figli e di figli senza padri. Di mamme bambine e di bambini adulti.  Di sentirsi sradicati, di volersene andare via e non riuscirci, di voler restare e non riuscirci.
Di perdite e di ritrovamenti, di vita e di morte. Ma soprattutto di vita, che le comprende entrambe. Billy ha 19 anni e vive ai confini di una città di provincia del nord, in un quartiere residenziale delimitato dal fiume. Con la madre Regina, dall’umore instabile e un amore sconfinato per il figlio. Il padre se n’è andato quando Billy era molto piccolo, di lui Billy non si ricorda quasi nulla e la madre non ha la minima intenzione di aiutarlo a ricordare. Billy a 9 anni era un bambino prodigio, pieno di vita, che ha inventato e condotto un podcast di musica di successo. Oggi non sa cosa fare con la sua vita e la vivacità dell’infanzia è un ricordo nitido ma mai più raggiunto che lo ossessiona. Billy ha sofferto di attacchi di panico sin da molto piccolo, e ogni volta che ne ha uno sviene. È un po’ di tempo, però, che non gli succede. A Billy piace Lena, sua vicina di casa e sorella del suo migliore amico (Roberto, 8 anni), che con i suoi amori tanto frequenti quanto passeggeri lo fa soffrire. Finché un giorno arriva Zippo, un ex rocker che all’apice del successo è scappato nel bel mezzo di un concerto salendo su un autobus e facendo perdere le sue tracce. Ha rinunciato al proprio talento ed ora è approdato nel quartiere, ospite dell’amico Massimo. Un pompiere che, terrorizzato dal fuoco, vive in una casa-barca di legno ormeggiata sul fiume. Zippo viene riconosciuto da Billy, e non è una cosa che gli accade spesso. Sembrano agli opposti, ma per fortuna passano del tempo insieme, parlano, si osservano nei propri silenzi. E per la prima volta da anni in entrambi si muove qualcosa. Scoprono di avere molte cose in comune e di specchiarsi in due realtà parallele. Capiranno entrambi una cosa, ovvero che non è sempre detto che per essere bella una cosa debba anche essere felice. È quasi Natale, si avvicina l’anno nuovo. Ma nel microcosmo della storia succede qualcosa che lo fa quasi dimenticare a tutti. Nel tempo che ci mette la luna a compiere una rotazione completa intorno alla terra, così i personaggi che rendono questa storia un racconto corale si evolvono, cambiano, crescono. Capendo che di tempo ce n’è, ma non ce n’è poi così tanto.

 

Note di regia

Con questa storia sento il bisogno di esprimere il percorso di cambiamento che una perdita può indurre. Di come la fine renda la vita preziosa e come la persona che se ne va lasci un tesoro. Che la morte fa parte della vita, che la tristezza e la felicità devono coesistere per formare un’esistenza piena. Ci vuole impegno per trasformare le avversità e i propri errori in qualcosa di buono, e bisogna impegnarsi per essere felici. Il primo passo per essere felici (o anche solo avvicinarsi a un'idea di felicità) è cercare di far pace con se stessi e con quegli aspetti di noi che  esistono al cambiamento che vorremmo. L’aspirazione di questo progetto è che possa essere divertente per il suo passo di commedia e colori vividi, in un nord Italia ricco di contraddizioni, investito da un presente fatto di economia e speculazioni a cui l’umanità e i sentimenti dei personaggi non si adattano, rimanendo ricchi di un carattere personale e identificativo. Viviamo in un momento in cui si avverte che le risorse stanno finendo, i cambiamenti sono forti e le certezze quasi nulle. Ma è anche il momento in cui, più che mai, esce tutto il nostro spirito di sopravvivenza. Un’avventura corale vissuta attraverso la crescita di un ragazzo e i passaggi naturali che questa comporta. Un coming of age contemporaneo e fuori dal comune, in cui sono quasi più gli adulti a cercare, e trovare, una guida nei ragazzi. Una provincia contemporanea di contraddizioni che fa da specchio ad una gioventù in confusione. Una popolazione fatta di famiglie disgregate e solitudini che cercano di sopravvivere ognuna a proprio modo. Apparentemente un non-luogo, dove invece nascono sentimenti umani forti ed estremamente radicati in una sorta di postmodernismo di provincia. Non è un’Italia da cartolina, ma è pur sempre estremamente fotogenica. È un’Italia di difetti e speranze, di coraggio e spregiudicatezza. Un paese che sembra essere sempre al limite, che rischia di non farcela, che è costantemente ad un passo dal precipizio, ma che in realtà non si arrenderà mai. Perché non è nella sua natura. E nemmeno in quella dei suoi abitanti.

 

Festival e Premi

75. Bellaria Film Festival – Eventi Speciali, maggio 2023

Bimbi belli, Sacher, Roma, luglio 2023

Lecco Film Fest, luglio 2023

Festival du Film Italien de Villerupt, ottobre 2023

15 OFF Ortigia Film Festival, luglio 2023

Italian Film Festival USA 2024

Moscow International Film Festival 2024: Of kids to adults

Bellaria Film Festival 2023: Eventi Speciali

Festival de Cinema Italiano no Brasil 2023: Mostra Inéditos

Festival du Film Italien de Villerupt 2023: Compétition

Filming Italy Los Angeles 2024

Foto

 

 

 

 

Con

Matteo Oscar Giuggioli

Alessandro Gassmann

Carla Signoris

Giuseppe Battiston

Benedetta Gris

Carlotta Gamba

Andrea Busellato

Kristina Hermin

Silvio Comis

Agata Lorenzoni

Bruno Pettenello

Jabari Cogotti

Roberto Citran

Sandra Ceccarelli

 

regia Emilia Mazzacurati

prodotto da Francesco e Paola Bonsembiante

soggetto e sceneggiatura Emilia Mazzacurati

fotografia Alessandro Abate e Daria D’Antonio

montaggio Jacopo Quadri e Matteo Serman

scenografia Emilia Bonsembiante

costumi Sara Fanelli

musiche Alessandro “Asso” Stefana

suono Marco Zambrano e Francesco Morosini

aiuto regia Alessandra Gori

organizzatore generale Roberto Manni

casting Marina Zangirolami

affari legali finanza e controllo Lorenza Poletto

una produzione Jolefilm con Rai Cinema




Questo sito utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui Cookie Policy. Cliccando "Ok" su questo banner o proseguendo nella navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie.

Impostazioni Cookie

Scegli a quali categorie di cookie dare il consenso. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per confermare la tua scelta.

FunzionaliIndispensabili per il corretto funzionamento del sito, questi cookie assicurano le funzionalità di base in modo anonimo.

AnaliticiI cookie analitici sono utilizzati per capire come i visitatori interagiscono con il sito web.

Social mediaQuesti cookie permettono di mostrare contenuti provenienti da servizi come YouTube e Facebook.

MarketingI cookie pubblicitari possono essere utilizzati per fornire ai visitatori annunci personalizzati.

AltriCookie di terze parti non ancora classificati in una categoria.

WeePie Cookie Allow close bar icon

Impostazioni Cookie

Scegli a quali categorie di cookie dare il consenso. Clicca su "Salva impostazioni cookie" per confermare la tua scelta.

FunzionaliIndispensabili per il corretto funzionamento del sito, questi cookie assicurano le funzionalità di base in modo anonimo.

AnaliticiI cookie analitici sono utilizzati per capire come i visitatori interagiscono con il sito web.

Social mediaQuesti cookie permettono di mostrare contenuti provenienti da servizi come YouTube e Facebook.

MarketingI cookie pubblicitari possono essere utilizzati per fornire ai visitatori annunci personalizzati.

AltriCookie di terze parti non ancora classificati in una categoria.


WeePie Cookie Allow close popup modal icon